Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 246 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/menu.php): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 246 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/menu.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 246 Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 247 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/accesso.html): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 247 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/accesso.html' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 247
Archivio del Blog
ligne
Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 334 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/adlungo.html): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 334 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/adlungo.html' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/cinema/archivio/2008_11_01_archive.php on line 334
vai all'indice di tutte le recensioni pubblicate

Il cinema... visto da www.viabonanno24.it

Si può fare

Titolo originale: Si può fare
Nazione: Italia
Anno: 2008
Genere: Commedia
Durata: 111'
Regia: Giulio Manfredonia
Cast: Claudio Bisio, Anita Caprioli, Bebo Storti, Giuseppe Battiston, Giorgio Colangeli, Carlo Giuseppe Gabardini, Pietro Ragusa, Maria Rosaria Russo

Milano, primi anni '80. Nello è un sindacalista dalle idee troppo avanzate per il suo tempo. Ritenuto scomodo all'interno del sindacato viene allontanato e "retrocesso" al ruolo di direttore della Cooperativa 180, un'associazione di malati di mente liberati dalla legge Basaglia e impegnati in (inutili) attività assistenziali. Trovandosi a stretto contatto con i suoi nuovi dipendenti e scovate in ognuno di loro delle potenzialità, decide di umanizzarli coinvolgendoli in un lavoro di squadra. Andando contro lo scetticismo del medico psichiatra che li ha in cura, Nello integra nel mercato i soci della Cooperativa con un'attività innovativa e produttiva.

Il regista evita accuratamente qualunque tipo di enfasi, sfiorando appena la drammaticità senza spettacolarizzarla, in favore di un impianto arioso, ridente, talvolta comico, letiziando lo spettatore con una commedia (umana) che diverte e allo stesso tempo fa riflettere.

In alcuni momenti, sembra di toccare la vera poesia (i "malati" che ce l'hanno fatta che accolgono nella cooperativa i "malati" ancora sofferenti), smorzata dallo sguardo quasi pudico del regista.Il film ricorda che sognare è possibile, che l'utopia è realizzabile. Magari proprio a partire da un piccolo gruppo di persone che ci provano. Che il tutto poi tutto sia tratto da eventi veri (dalla storia della cooperativa Noncello di Pordenone) è la rivelazione finale che la storia non è solo una fiaba o un' utopia, ma la prova che, se si vuole, «si può fare».

Inoltre il film ha un compatto gruppo di attori in testa ai quali sta Claudio Bisio, alla sua miglior prova di cinema.



Voto: 4/5
  • 19/11/08 20:57  
    Anonymous Tommi ha detto...

    "Se mi lasci non vale"

  • 19/11/08 21:22  
    Blogger Francesco ha detto...

    Ahahah... fantastica quella donna! :-D



Torna su

Giù al nord

Titolo originale: Giù al Nord
Nazione: Francia
Anno: 2008
Genere: Commedia
Durata: 106'
Regia: Dany Boon
Cast: Kad Merad, Dany Boon, Michel Galabru, Line Renaud, Zoé Félix, Philippe Duquesne, Lorenzo Ausilia-Foret, Anne Marivin, Guy Lecluyse

Assai indovinato (e non capita spesso) il titolo italiano di Bienvenue chez les Ch'tis, la commedia che in Francia ha battuto ogni record assoluto di incassi per un totale di quasi 25 milioni di spettatori, relegando al secondo posto perfino Titanic. In sé paradossale, l'espressione Giù al Nord gioca infatti sul ribaltamento del cliché settentrione ricco e civile-meridione povero e arretrato, che è una delle idee vincenti del film scritto, diretto e interpretato da Dany Boon.

Philippe è direttore di un ufficio postale in Provenza. Obbligato al trasferimento tenta di farsi mandare in Costa Azzurra e, per ottenere l'assegnazione, inscena un trucco che viene scoperto. A questo punto potrebbe temere il licenziamento. Invece gli accade... di peggio. Viene destinato all'ufficio postale di Bergues nel Nord-Pas de Calais. La moglie, caduta praticamente in depressione alla notizia, non lo segue. Giunto a destinazione tutto sembra così come era stato narrato.

I locali parlano un dialetto pressoché incomprensibile, il cibo non è allettante e l'appartamento dove dovrebbe andare a vivere è privo di mobilio. Ma ben presto le cose cambiano. I primi incontri non faranno che rafforzare la prima impressione ma non si tratta che della facciata. La comprensione è possibile e si sviluppa grazie alle piccole situazioni quotidiane e ad un pizzico di commedia con qualche tratto di surreale (vedi la consegna a domicilio della posta con progressiva ubriacatura dovuta agli utenti ospitali).

Philippe, grazie all'umanità del postino Antoine e dei colleghi dell'ufficio scoprirà che si può vivere (e vivere bene) anche al Nord ma come farlo capire a sua moglie? Ingenerando un buffo teatrino degli equivoci che si risolve in un prevedibile lieto fine.

Applausi agli straordinari doppiatori che hanno inventato una nuova lingua anche se forse mantenere l'audio originale aggiungendo i sottotitoli avrebbe reso al film ancora più giustizia.



Voto: 3½/5


Torna su

Copyright © Francesco Pintus. Tutti i diritti riservati. Design di Francesco Pintus, Muggio e DJI per Kitgrafik.com

Online counter