Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 238 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/menu.php): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 238 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/menu.php' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 238 Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 239 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/accesso.html): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 239 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/accesso.html' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 239
Archivio del Blog
ligne
Warning: include(): http:// wrapper is disabled in the server configuration by allow_url_include=0 in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 297 Warning: include(http://www.viabonanno24.it/adlungo.html): failed to open stream: no suitable wrapper could be found in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 297 Warning: include(): Failed opening 'http://www.viabonanno24.it/adlungo.html' for inclusion (include_path='.:/php5.3/lib/php/') in /web/htdocs/www.viabonanno24.it/home/blog/archivio/2007_01_01_archive.php on line 297
vai all'indice di tutti i post del blog di www.viabonanno24.it

Il blog di www.viabonanno24.it

27 gennaio 2007

Forse non tutti sanno che...

Forse non tutti sanno che... in Via Bonanno 24, oltre a tre belli e simpatici esseri umani e (saltuariamente) a due teneri porcellini d'India, vivono anche cinque rigogliose (mica tanto!) piantine. Beh, sta di fatto che la mia amica Claudia questo lo sa bene e così mi ha convinto a dedicare uno spazio di questo blog ai nostri amici vegetali in modo da tenere aggiornati tutti i visitatori di www.viabonanno24.it sulle condizioni di salute delle nostre piccole creature verdi (scommetto che non riuscivate a vivere senza saperlo, vero? :-P)

Trattasi per la precisione di due piccoli cactus e di una menta più altre due piante di Daniele, non meglio identificate.

Iniziamo dalla più disastrata, ovvero la povera menta: quando sono venuto qua a Pisa per Capodanno e mi sentivo molto chef, in una delle mie numerose scorribande alla Coop (prima o poi mi pagheranno per tutta la pubblicità che gli faccio!), deluso dall'assenza di menta fresca nei banconi del supermercato, per tagliare la testa al toro ho deciso di buttarmi sull'acquisto della pianta intera! Fino a quando sono stato qua in Toscana me ne sono occupato premurosamente, innaffiandola regolarmente come da istruzioni. Purtroppo però queste cure così attente sono durate ben poco. Il 2 gennaio ho fatto ritorno in Sardegna e fino al 7 la povera piantina ha dovuto nutrirsi di sola aria. E indovinate un po'... non le è bastato: a quanto pare questi piccoli vegetali sono più esigenti di quanto ci si possa aspettare e voi non potete immaginare in quale stato l'ho trovata al mio ritorno a Pisa.

Quello che un tempo era un cespuglio verde e rigoglioso, si era trasformato in un ammasso di rami secchi e foglie gialle quasi essicate: è bastato toccare il vasetto per causare una vera e propria pioggia di quasi tutte le foglioline che ormai erano praticamente solo appoggiate ai rami! Ovviamente non mi sono dato per vinto e da subito ho cercato in tutti i modi di rianimarla: moltissima acqua e tanto calore umano! Sembrava impossibile ma qualche giorno dopo, sono comparsi i primi segnali di ripresa: non sui rametti principali bensì su alcuni rametti laterali sono comparse delle micro-foglioline verdi che sembrano promettere bene. E ora addirittura sembrano essere nati dei nuovi germogli... prossimamente si saprà se effettivamente sarò riuscito a farla sopravvivere o se avrò miseramente fallito!

Ma le stranezze maggiori riguardano le altre mie due creaturine della terra: ovvero due piccole piante grasse che mi sono state regalate una sera al Brico Center (evidentemente proprio non sapevano come disfarsene), una lunga storta e pendente come la Torre di Pisa, l'altra tozza, bassa e tondeggiante!

Cosa mai ci sarà da raccontare di interessante riguardo a due cactus? Ebbene, più di quanto si possa credere! Infatti mentre una delle due piante è rimasta assolutamente identica a com'era qualche mese fa in cui mi è stata donata (mi viene addirittura il dubbio che sia finta viste le sue immutabili sembianze), l'altra si trasforma e cambia il suo aspetto giorno dopo giorno.

Per farla breve, da questa specie di cactus hanno iniziato a spuntar fuori dei... boh, non so neanche come definirli: immagino siano delle sorte di germogli ma in realtà sembrano più dei rigonfiamenti verdi con in punta una specie di fiorellino rosso minuscolo, come se una parte della pianta fosse spuntata fuori dall'interno. Inizialmente solo uno, poi due... ora sono tantissimi. A quanto ho potuto osservare la dinamica della loro comparsa è questa: in condizioni normali la pianta ha alcune piccole sporgenze da cui escono delle spine e altre dove invece c'è un fiorellino rosso. Ecco, queste sporgenze fiorite a quanto pare sembrano gonfiarsi sempre di più finchè non si forma questa sorta di palloncino esterno al cactus, per giunta molto antiestetico. A tal proposito volevo chiedere a qualcuno che se ne intende di rassicurarmi: ma è normale? Sono dei fiori? È il modo che usa la pianta per riprodursi? Oppure mi sono messo in casa una creatura malvagia e animata che qualche notte mi assalirà nel sonno (come ipotizzato da Claudia)?

Per potermi far capire meglio, ho fatto anche qualche foto! ;-)




Qualcuno può dirmi il suo "autorevole" parere? Meglio abbatterla prima che sia troppo tardi? :-O
Per quanto riguarda le due piantine rimaste, quelle di Daniele, passo a lui, se avrà voglia, l'onore di descriverle e presentarle come si deve! ;-)
  • 27/1/07 14:16  
    Anonymous Cla ha detto...

    La situazione sta evidentemente degenerando Fra! sembrano dei piccoli bazooka pronti ad esplodere... io starei attenta e le controllerei prima di andare a nanna ogni sera...;-P cosa importantissima: bisogna dare un nome alle piantine grasse!

  • 29/1/07 01:26  
    Blogger Francesco ha detto...

    A me sembravano più un'altra cosa ma non si può dire qua... diventerei volgare! :-P E comunque in tanti mi rassicurano che si tratta solo di fiori pronti a sbocciare... mah, ci sarà da fidarsi? ;-)

  • 5/2/07 20:19  
    Blogger Giamma ha detto...

    uhm...guarda, per quanto ne so io, non sono affatto fiori...sono solamente dei frutti, non faranno niente, al massimo diventeranno rossi o gialli, poi seccheranno e cadranno :-)
    ...quindi non c'è da aver paura :-P
    al massimo se non ti piacciono puoi toglierli, se fai attenzione non succede nulla alla pianta... :-D




Torna su

12 gennaio 2007

Ne lasci uno, ne ritrovi due

Le immagini sono più eloquenti di qualsiasi descrizione: avevo lasciato Sabrina da sola, torno a casa e la ritrovo in dolce compagnia.

Qualcuno sa dirmi se i porcellini d'india si duplicano autonomamente? Fino a oggi supponevo di no... ;-)
  • 12/1/07 20:38  
    Anonymous Cla ha detto...

    Premetto che non avevo mai visto un porcellino d'india prima d'ora, ma...siamo sicuri che non sia un incrocio tra un criceto e un coniglio???;P come si chiama il nuovo maialino? ops, porcellino?;P

  • 13/1/07 15:03  
    Blogger Francesco ha detto...

    In effetti ricorda molto il criceto... ma son sicuro che il porcellino d'India possiede tante altre qualità che fanno di lui un animale (quasi) perfetto! ;-) O no?

    Comunque il suo nome è Fenix ed è un maschietto! :-)


  • 13/1/07 15:56  
    Anonymous Cla ha detto...

    Scusa, ma adesso esigo l'elenco di queste qualità!!;-P altrimenti per me rimarrà sempre e comunque un criceto anomalo (con affetto!)!

  • 14/1/07 02:49  
    Blogger Francesco ha detto...

    L'hai voluto tu!

    Direttamente dal sito www.lacavia.it (devi sapere che il nome scientifico del porcellino d'India è "cavia porcellus"... sembra uno scherzo ma non lo è!):
    «È un animalino molto docile e indicato per i bambini piccoli, non puzza e, anche le sue feci, essendo erbivoro, non hanno alcun odore. La cavia inoltre (a differenza di altri roditori più "agitati") sta tranquillamente a prendere coccole per tutto il tempo che si vuole.

    Animale sostanzialmente senza difese, vive in natura prevalentemente durante la notte o meglio durante il crepuscolo, quando può cercare cibo senza essere visto dai principali predatori. Di carattere timidissimo, e' un animale mite.

    L'unica sua difesa e' la fuga che il gruppo opera in un regime di disordine e panico.

    La sua paura di tutto è il suo difetto principale perché la sua costante fuga da ogni rumore o movimento rischia, talvolta, di dare poche soddisfazioni al proprietario. Chiaramente all'inizio saranno tutti paurosissimi poi, con il tempo, un esemplare si differenzia molto dall'altro. Comunque ci vuole molto tempo e pazienza per ottenere un po' di confidenza che, comunque, darà grande soddisfazione. Nessuno comunque vi vieta di "acchiapparlo" e riempirlo di coccole. Una volta "acchiappato" infatti si farà coccolare in tutta tranquillità. All'inizio starà fermo per paura... poi per piacere. Comunque sia, anche se la cavia è abituata alla vostra presenza, bisogna sempre avvicinarsi alla gabbia con calma senza alzare la voce per darle il tempo di capire che siete voi.

    I versi emessi dalle cavie si possono raggruppare in due categorie: "gorgoglii" vari e fischi.

    I "gorgoglii" del tipo "vrrrrrr" piuttosto che "grrrrr", che ricordano lontanamente le fusa del gatto, sono segnali di felicità piuttosto che di tranquillità, di socializzazione piuttosto che di "avance" sessuali verso un altro esemplare.

    I "fischi" del tipo "uiiiiiii" piuttosto che "Quiiiiiiiii" e via fischiando, sono nella cavia domestica quasi sempre una richiesta di cibo o di acqua.»


  • 14/1/07 13:23  
    Anonymous Cla ha detto...

    Caspita, mi hai spiazzato!! quasi quasi rivaluto il porcellino...anche se "La sua paura di tutto è il suo difetto principale perché la sua costante fuga da ogni rumore o movimento rischia, talvolta, di dare poche soddisfazioni al proprietario." e "All'inizio starà fermo per paura... poi per piacere." mi lascia perplessa...insomma, sia che sia felice sia che sia disperatamente impaurito, questo sta sempre fermo!!! alla faccia del dinamismo!!!

  • 15/1/07 19:17  
    Blogger Francesco ha detto...

    Il dinamismo lo noti quando entri in cucina all'improvviso e loro per la paura iniziano a correre in tondo come dei disperati per tutta la gabbia... un po' come fa di solito Langella in mezzo al campo! ;-)

  • 19/1/07 02:28  
    Anonymous Anonimo ha detto...

    fra ciao sn simone volevo dirti ke venerdì faccio una cene a casa e volevo invitare te tommaso peppe andre e george che fa venite? fatemelo sapere ok ciao belliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  • 19/1/07 10:40  
    Blogger Francesco ha detto...

    Per Simone: magari aggiungimi su MSN (andrewinhale@email.it) così mi spieghi bene quando e come, ok? Ciao ciao!



Torna su

11 gennaio 2007

Benvenuta Sabrina Porcellina!

Finite le vacanze, si torna alla normalità. Dopo svariati giorni di quiete, pian piano via Bonanno si ripopola. Il primo a tornare è stato Francesco il 7 gennaio, poi è stato il turno di Daniele il 10 e infine proprio oggi è arrivata Andrea.

Già... ma non finisce qui: questo pomeriggio le porte di casa nostra si sono aperte a una nuova amica. Sì, avete capito bene: da oggi via Bonanno 24 ospita anche Sabrina e i suoi piccoli pargoli, prossimi a venire alla luce (almeno così si suppone).

Il motivo del perché Sabrina si trovi momentaneamente (speriamo :-P) da noi sarebbe troppo lungo da spiegare. Per ora ci limitiamo a porgerle il nostro benvenuto e ad augurarle un piacevole soggiorno in Via Bonanno 24! E ovviamente, per farle gli onori di casa, da bravi ospiti non potevamo non presentarvela: anche se è un po' timida, siamo riusciti a ottenere una sua foto e così ve la proponiamo.

Ecco a voi, signore e signori, la nostra nuova amica: SABRINA LA PORCELLINA (D'INDIA)!

  • 12/1/07 12:45  
    Anonymous Fabio ha detto...

    Dio mio! Sinceramente se anche gli altri inquilini della casa dedicano agli animali la stessa cura che ci mette Francesco, beh, allora... CHIAMATE LA PROTEZIONE ANIMALI!!! Per non parlare della possibile crisi diplomatica che ne verrebbe fuori... la porcellina è d'India!! SCUSATE, nn farò mai + d queste battute!

    Ps: ma quelli sul fondo son mica dei pellets?!?!


  • 12/1/07 20:07  
    Blogger Francesco ha detto...

    Ma... come ti permetti??? :-P Non puoi dire che io tratti male gli animali "importanti" come i cani o i gatti! Ecco, magari trascuro un pochino di più cocorite e pesci rossi ma vabbè... quello è perché sono animale che non mi danno soddisfazione! ;-)

    PS: Oddio sì, sono dei pellets: è grave?


  • 21/1/07 19:31  
    Anonymous Fabio ha detto...

    Lo vedi, è questa discriminazione che tu fai tra "importanti" e non che t squalifica! :-P No, vabbè, in realtà so benissimo che animali tipo cani e gatti tu li tratti sin troppo bene, però mi sa che il porcellino d'India nn rientra nella categoria degli "importanti" ed è per questo che mi son preoccupato!

    Per i pellets: no, vabbè nn è che sia grave, è che mi ha sorpreso! Ma si usano anche per quello? Pensavo si usassero solo come combustibili per le stufe. Non so, è come se un pesce rosso lo immergessi nella benzina invece che nell'acqua! Ecco, magari nn è così tossico!!! Sempre che nn abbiate intenzione di cucinarveli prima o poi! :-P Nooo, poverini!!!




Torna su

Copyright © Francesco Pintus. Tutti i diritti riservati. Design di Francesco Pintus, Muggio e DJI per Kitgrafik.com

Online counter